Per bontà vostra

di Rita Nannelli
5 Dicembre 2017
Articolo interessante 
Basta un gesto sono i progetti di solidarietà di Unicoop Tirreno e quello semplice di tanti soci che donano i punti accumulati facendo la spesa a chi ha bisogno, qui e in altre parti del mondo. Tutto il buono dei soci Coop, tutto l’anno, ma a Natale più che mai.

Si può rendere dignitosa la vita di un bambino nella sua terra d’origine, far sì che chi non può permettersi cure e assistenza medica, non dall’altra parte del mondo, ma dietro l’angolo di casa, possa riceverle, si può sostenere lo sviluppo di cooperative e quindi di lavoro nei paesi poveri. Fare la spesa in Coop può diventare un atto di solidarietà verso i più bisognosi, ogni giorno, ma a Natale ancora di più.

Spendere il giusto
Perché gli acquisti siano davvero buoni basta donare i punti della spesa, basta un piccolo gesto. E Basta un gesto è il nome dietro il quale ci sono i tanti progetti umanitari cresciuti in diverse parti del mondo grazie all’impegno e alla generosità dei soci di Unicoop Tirreno:

  • il Sostegno a distanza di tanti bambini che vivono nei paesi in via di sviluppo, in collaborazione con la Fondazione Avsi, (171 i sostegni a distanza quest’anno, con l’obiettivo di confermarli per il 2018);
  • coopxtogoxvanda, insieme al Movimento Shalom, perché continui la formazione professionale nel centro realizzato a Lomé, capitale del Togo, che ospita anche un panificio;
  • il Progetto Migranti perché il Poliambulatorio di Palermo, creato e gestito da Emergency per l’assistenza gratuita, continui a tenere aperte le porte alle persone in difficoltà. 

Volti, storie, vite che possono cambiare anche grazie a un atto semplice e concreto: consegnare la propria tessera socio alla cassa del punto vendita o al Punto d’Ascolto e dire la quantità di punti che si vogliono destinare alla solidarietà; oppure fare la donazione on line collegandosi al sito www.unicooptirreno.it, comodamente da casa.

Il Natale di Coop
Ma perché il Natale sia davvero solidale ci sono anche il cesto Gran dono e quello Tre Marie e poi il Dolce pensiero: confezioni di prodotti, da scartare sotto l’albero o da regalare, riservati ai soci, i cui punti saranno devoluti direttamente ai progetti di Basta un gesto e la Cooperativa ne raddoppia il valore. Inoltre in questi giorni sono presenti in alcuni negozi i Comitati soci per offrire informazioni utili e consegnare una cartolina solidale che agevola la donazione dei punti. Visto che il loro accumulo si conclude il 31 dicembre (e il limite per utilizzarli è il 31 gennaio) questo è il mese solidale per antonomasia. «Ogni anno sono alcune migliaia i soci che donano i loro punti a Basta un gesto e grazie a loro è possibile portare avanti i progetti che ne fanno parte e ribadire, passo dopo passo, la vocazione solidale di Coop e i valori che fanno della solidarietà cooperativa un fattore costitutivo e irrinunciabile della missione aziendale – ricorda Massimo Favilli, direttore soci e comunicazione di Unicoop Tirreno, nell’invitare i soci a dimostrarsi più generosi che mai –. Principi e valori che si esprimono anche in un semplice acquisto, donando i punti fedeltà, perché si sostengono così innumerevoli iniziative qui vicino a noi e in altre parti del mondo». Punti che fanno bene alle persone a cui vengono donati e a noi.

 

Anima Libera
Quando con un regalo si aiuta la lotta alla mafia: il pacco natalizio con cinque prodotti firmati Libera Terra
.
Dietro l’etichetta l’etica. Nel pacco natalizio di Libera Terra ci sono prodotti di qualità dei terreni strappati alle mafie e recuperati attraverso un lungo e paziente lavoro delle cooperative agricole. Linguine di semola di grano duro, caponata di melanzane di Sicilia, ceci lessati, frollini integrali all’avena con miele millefiori, vino Placido Rizzotto rosso Terre Siciliane IGT 2016, tutti rigorosamente biologici nella confezione regalo Sapori e Saperi, in vendita nei negozi di Unicoop Tirreno della Toscana a 19,99 euro.
«Prodotti buoni in tutti i sensi – sottolinea Paolo Bertini, responsabile settore soci e relazioni esterne di Unicoop Tirreno –, che rappresentano il riscatto di quelle terre e di quelle popolazioni dopo aver subito il giogo della criminalità organizzata. Le cooperative agricole di Libera Terra in Sicilia, Calabria, Puglia, Campania, Piemonte danno lavoro ad oltre 140 persone, più del 30% delle quali svantaggiate, e con loro Coop è impegnata fattivamente ormai da anni».
E a Natale la lotta alla mafia si sostiene anche con un dono.

  • Natale
  • Libera Terra
  • solidarietà
  • Basta un gesto
  • AVSI
  • Emergency
  • MOVIMENTO SHALOM